Alessia Benelli

benelli-sitoNata a Firenze il 3 ottobre 1986. Laurea triennale in “Scienze della Comunicazione”, Laurea specialistica in “Scienza della Politica e dei Processi Decisionali” presso l’Università degli Studi di Firenze

Frequentavo la seconda liceo quando ho capito che nella vita avrei voluto osservare e raccontare la realtà che mi circonda, soprattutto a coloro che non hanno gli strumenti per comprenderla. “Ma è un lavoro? E’ possibile viverci?” queste le reazioni delle persone a cui spiegavo che avrei voluto fare la giornalista.

Finito il liceo la decisione di iscrivermi ad Economia nella speranza che questo “capriccio” adolescenziale passasse. Dopo 3 mesi mi sono accorta che quella non era la mia strada. Nel 2006 mi sono iscritta a “Media e Giornalismo” (Scienze della Comunicazione) e nel giro di poco tempo sono iniziate le prime collaborazioni: radio, portali di informazione e televisioni locali. Collaborazioni che mi hanno fatto ottenere il tesserino da giornalista pubblicista nel 2012.

La mia passione e la mia curiosità per la società e le sue problematiche mi hanno portato ad impegnarmi politicamente nel Comune in cui ho vissuto fin dalla nascita, nella Provincia di Firenze. Nel 2009 sono stata eletta Consigliere Comunale; nel 2014 ho però deciso di non ricandidarmi, comprendendo di essere – per il momento – più portata a raccontare la politica che a viverla ogni giorno nelle sedi istituzionali.

Mi sono laureata in “Scienza della politica e dei processi decisionali” nel 2012, ma di fronte alle innumerevoli difficoltà di rendere il giornalismo la mia professione ho provato a seguire un’altra strada. Sono diventata una digital media specialist e mi sono occupata per 2 anni di comunicazione digitale per alcune aziende. Ho comunque continuato la mia attività giornalistica parlando soprattutto di cronaca e politica per siti di informazione locale. Qualcosa mi diceva che non potevo abbandonare il mio sogno per sempre, mi sono trovata così a fare il test d’ammissione per la Scuola di Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia. Adesso sono una praticante della Scuola, la mia speranza è quella di vivere di giornalismo parlando proprio di politica.

“Se un sogno è il tuo sogno, quello per cui sei venuto al mondo, puoi passare la vita a nasconderlo dietro una nuvola di scetticismo, ma non riuscirai mai a liberartene. Continuerà a mandarti dei segnali disperati, come la noia e l’assenza di entusiasmo, confidando nella tua ribellione”… (Massimo Gramellini, “Fai Bei Sogni”).