Elena Frasconi

Elena FrasconiNata a Terni il 28 marzo 1989. Giornalista pubblicista dal 2013, laureata in Scienze Politiche e borsista in Comunicazione istituzionale europea, all’Università di Perugia

Non sono solita scrivere di me, ma comincerei con l’ammettere che non avrei mai pensato di fare la giornalista, almeno fino a cinque anni fa. Non era il mio sogno di bambina né una prospettiva di vita che sarebbe potuta rientrare nei miei punti di fuga, che fra l’altro convergevano da tutt’altra parte.

Lontano dall’Italia, a migliaia di chilometri dalla mia verde Umbria. Sarei dovuta finire a Bruxelles, nei Palazzi di vetro dell’Unione europea perché è lì che mi avevano condotto i miei studi in Scienze Politiche. E invece, poco prima di andarmene, qualcosa di recondito si è rivelato.

Complici i miei vent’anni, il caso di trovarsi al momento giusto al posto giusto e una proposta azzardata – quanto fortuita – di correre un rischio e accettare la sfida, di chi è poi diventato il mio maestro. Non c’è voluto molto a disfare piani e valigie, che la mia ricerca d’altro e da viandante si è realizzata nella dialettica di una vecchia redazione, nelle storie scoperte perdendomi per strada; senza mai guardare l’orologio, con mille fogli di appunti e la pretesa di inseguire qualche piccola verità a servizio della gente, affamata di sapere e distratta dal tutto e dal niente.

Era l’estate del 2011 e sulle pagine del Messaggero dell’Umbria, come corrispondente di zona firmavo il mio primo articolo, con la certezza che per la vita non avrei fatto altro che prendere e andare: a vedere, ad annusare, a sentire e domandare per qualche storia vicina o lontana da raccontare, a chi avrà ancora voglia di ascoltare.