Francesco Bonaduce

Francesco BonaduceNato a Perugia il 9.12.1988
Laureato in giurisprudenza all’Università di Perugia. Abilitazione d’avvocato.
Lingue: inglese, spagnolo.

Ventisette anni vissuti a Perugia, salvo qualche parentesi qua e là, in Europa e nel mondo. Anni di fughe e tentativi, con un’unica certezza: prima o poi avrei fatto il giornalista.

Dopo il liceo scientifico, ho scelto in extremis la facoltà di giurisprudenza: mi avrebbe dato i mezzi per ragionare con la mia testa, così da scegliere e sbagliare con consapevolezza.

Durante l’università ho messo per la prima volta piede in una redazione, quella di un giornale universitario, e curato per un sito web le cronache del mio sport preferito: il basket.

Messa da parte la già sfavillante esperienza giornalistica, sono partito per la Spagna. Nei sei mesi di erasmus a Saragozza ho aperto il mio primo blog, conosciuto persone di tutto il mondo e preso consapevolezza di quanto la vita sia un’esperienza meravigliosa.

Tornato in Italia con qualche chilo in meno e una ragazza in più, mi sono laureato e, nel panico più totale, ho imboccato la via della pratica forense. Anni di studio ma anche di continue scoperte: il cammino di Santiago, un mese di duro lavoro a Londra, fino a ritrovarmi dall’altra parte del mondo: nel Perù incantato degli Incas e nella Lima inquinata del boom economico.

Superato l’esame d’avvocato, ho trovato un lavoro a Roma. Ma guardavo altrove, al mio vecchio pallino: il giornalismo e la Scuola di Perugia. E così, nuovamente a studiare, stavolta per qualcosa che mi appassionasse sul serio.

Uno dei miei film preferiti è Mediterraneo, pellicola dedicata «a tutti quelli che stanno scappando». L’avevo sempre sentita mia, quella dedica. Ma ora, dopo 27 anni di fughe, sto provando una sensazione sconosciuta: quella di sentirmi nel posto giusto, al momento giusto.