Nicola Campagnani

Nicola CampagnaniNato a Narni il 25/09/1990
Laurea triennale e magistrale in Filosofia
presso l’università La Sapienza di Roma

Prima di venire qui lavoravo in un bar, prima ancora vivevo e studiavo a Roma, prima ancora liceo, medie, elementari e ero un bambino: come tutti.

Mi prendono in giro perché ogni volta che mi chiedono perché mi trovi qui rispondo sempre “per caso”. Come fosse un caso che fai un concorso, lo passi, paghi l’iscrizione e entri. Sì, è un caso. Il fatto è che io non riesco a comprendere il senso di una scelta o di un’azione se non dopo averla compiuta. È per questa stessa ragione che non credo nell’autobiografia.

Non che io creda che la mia vita non abbia un senso, però sono convinto che soltanto a partire dalla fine puoi capire l’inizio e io (lo si è ormai capito) sono completamente incapace di pensare a domani. Così sarebbe necessaria la morte per scrivere la biografia di una vita.

Ma questa sono obbligato a scriverla, quindi poniamo che morissi oggi. Direi soltanto che ho iniziato una scuola di giornalismo per la stessa ragione per cui ho studiato filosofia all’università: non smettere mai di essere il bambino che ero, non smettere di chiedere “perché”.