Stefania Moretti

Stefania MorettiNata a Ronciglione (Viterbo) il 5 luglio 1987.
Laurea triennale in Lingue e letterature straniere – Università della Tuscia di Viterbo. Laurea specialistica in Informazione, editoria e giornalismo – Università di Roma 3.

Scrivere è la mia passione da sempre e sono cresciuta con l’idea che fosse la mia vocazione, se non altro perché “Scrivo meglio di come parlo”, come diceva il mio amato Giorgio Bocca. Le mie certezze sono crollate al liceo.

Il prof di italiano mi disse che scrivevo come i calligrafisti, movimento letterario che privilegiava la forma alla sostanza. In pratica, ampollosa e senza dono della sintesi. Fu il primo colpo che incassai. Doloroso, ma indispensabile per crescere.

Per il mio insegnante difficilmente avrei potuto fare la giornalista, ma è proprio quello che decisi nel 2006, dopo aver letto “Gomorra” di Roberto Saviano. Un’illuminazione che ha dato forma al mio desiderio di scrivere per raccontare con chiarezza e dovizia di particolari. Scrivere per accendere luci.

Dopo il liceo ho iniziato a collaborare con Tusciaweb, quotidiano online di Viterbo. Nel frattempo mi sono laureata in Lingue (triennale, studiando l’arabo e il francese) e Giornalismo (specialistica) col massimo dei voti.

Per otto anni Tusciaweb è stata la mia redazione, la mia scuola, la mia casa. Senza sapere cosa fosse il diritto, mi sono ritrovata dentro un tribunale a occuparmi di giudiziaria. L’ennesima fatica, ma ho adorato subito questo settore per la precisione e sensibilità che richiede.

Alla scuola di Perugia sono arrivata a 29 anni per mettermi alla prova: ho il terrore dei cambiamenti, quindi dovevo cambiare. Un’avventura da vivere con occhi, mente e cuore aperto. Mi aspetto di imparare tutto quello che serve per diventare una professionista.